CentroToday

Blitz degli universitari alla Fondazione Roma: 12 fermati, poi rilasciati

Studenti occupano per pochi minuti la Fondazione Roma, la polizia li rintraccia poco dopo e ne ferma 12. Un ragazzo sarebbe rimasto ferito, gli studenti raccontano di essere stati malmenati

Momenti di tensione alla Fondazione Roma, dove gli studenti universitari hanno effettuato un blitz e, subito dopo in piazza San Silvestro, dove la polizia, in tenuta antisommossa ha rincorso gli studenti nella piazza e nelle vie intorno a via del Corso. Il bilancio della giornata vede circa 12 persone fermate, un ragazzo ferito, una vetrata della fondazione Roma rotta e diverse polemiche e le diverse versioni di manifestanti e forze dell'ordine.

I dodici studenti che questa mattina erano stati fermati dagli agenti sono stati rilasciati tutti e denunciati per manifestazione non autorizzata. Di questi, sette sono stati anche denunciati per danneggiamento aggravato e due per resistenza a pubblico ufficiale. Lo ha riferito la Questura di Roma.

Tutto inizia al mattino quando gli studenti effettuano il blitz a via del Corso alla Fondazione Roma che per alcuni minuti è occupata. Nel corso dell'azione, inevitabilmente si genera tensione con i vigilantes della fondazione poi i ragazzi avrebbero spintonato gli uomini della vigilanza e la vetrata si è rotta. Un giovane è stato ferito. La protesta si è poi spostata a piazza San Silvestro: i manifestanti hanno mostrato uno striscione e acceso fumogeni. Quindi l'arrivo delle forze dell'ordine che ha costretto i giovani a disperdersi.

La polizia è intervenuta alcuni minuti dopo il blitz, dopo che un impiegato ha fatto una telefonata al 113 dall'interno della sede della Fondazione, nei pressi di via del Corso. Gli studenti sono stati fermati sugli autobus, un agente in borghese ha bloccato i mezzi disponendo lo stop a tutte le vetture che si trovavano parcheggiate allo stazionamento. Quindi la polizia ha individuato i manifestanti, li ha fatti scendere dagli autobus e li ha portati in questura.

Gli studenti che hanno occupato per qualche minuto hanno dichiarato: “Dopo il blitz alla Fondazione stavamo tornando pacificamente al capolinea degli autobus in piazza San Silvestro, ma diversi agenti in tenuta antisommossa ci hanno inseguito rincorrendoci per le stradine adiacenti via del Corso. Alcuni di noi sono stati bloccati e malmenati dalla polizia, qualcuno è stato preso a manganellate.

La Fondazione Roma denuncerà gli studenti che oggi, in un blitz alla sede dell'ente in via Minghetti, hanno mandato in frantumi la porta d'ingresso. Secondo la fondazione, alla base della protesta degli allievi della Sapienza, c'è "soltanto un malinteso". La Fondazione Roma sottolinea, infatti, che alla proposta del rettore Prati di entrare nel Cda dell'ateneo, il presidente della Fondazione Roma, Emmanuele Emanuele, ha risposto con un rifiuto l'11 novembre scorso.

Infine, arriva la testimonianza: "Erano circa 50 ragazzi, sono entrati di corsa, la guardia giurata ha provato a fermarli chiudendo la porta ma loro hanno spinto e la porta si è frantumata". Lo racconta Tarek, un operaio tunisino che stava eseguendo alcuni lavori all'ingresso della Fondazione Roma, in via Marco Minghetti, dove pochi minuti fa c'è stato un blitz degli studenti della Sapienza di Roma. "La guardia giurata era da sola - prosegue la testimonianza - e ad un certo punto ha pure detto 'tiro fuori la pistola'. Gli studenti si sono arrabbiati". Tarek ricostruisce i momenti di tensione che si sono verificati durante una manifestazione contro il presunto ingresso dell'ente privato nel Cda dell' ateneo. "I ragazzi alla fine - conclude Tarek - hanno messo a terra una bandiera rossa e hanno anche detto che non ce l' avevano con noi. Io ho mostrato gli strumenti del mio lavoro: qui stiamo montando una pista per disabili. Ci sono stati spintoni, e molta rabbia, ma alla fine la guardia giurata è riuscita a mandarli fuori".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento