CentroToday

Parcheggio in via Giulia, città divisa tra favorevoli e contrari

Venerdì scorso l'incontro al Comune. Il delegato del sindaco Gasperini sostiene che l'opera sia sostenuta dalla maggior parte dei residenti ma c'è ancora chi esprime perplessità in merito al parking sotterraneo.

Venerdì scorso la vicenda è finita nella riunione del tavolo permanente sul centro storico. Il parcheggio di via Giulia, a detta del delegato del sindaco Dino Gasperini, sarebbe ben visto dall'80 per cento dei cittadini. Secondo l'amministratore capitolino, infatti, la maggioranza di residenti e commercianti vedrebbe di buon occhio l'opera, eppure restano fortemente critici i genitori degli studenti del liceo Virgilio, Italia Nostra e il Coordinamento residenti città storica.

La realtà è molto più spinosa di quel che si pensa e gli animi non sono proprio tutti d'accordo. In molti non nascondono le perplessità sul progetto dei posti auto sotterranei a largo Perosi, nel cuore di Roma. A risentirne di più sarebbe il Liceo Virgilio, visto che lo scavo occuperà il cortile della scuola, eliminando il campo sportivo utilizzato dai ragazzi per l'educazione fisica. Non solo: il parcheggio potrebbe compromettere, secondo alucni, la staticità di antichi caseggiati. Per questo motivo, martedì scorso, il Coordinamento residenti città storica ha organizzato un incontro pubblico nel Palazzo della Provincia.

A sostegno della posizione contraria i cittadini invocano la storia: Via Giulia non è una semplice strada ma è un monumento a cielo aperto, hanno detto in più occasioni. Il progetto di un Pup a via Giulia (Largo Perosi) è stato approvato dal Comune di Roma nel 2008 e attualmente sono in corso sondaggi preliminari richiesti dalla Sovrintendenza archeologica. I genitori e gli allievi del Liceo Virgilio hanno lanciato una petizione online, chiedendo al Comune una nuova perizia statica sulle fondazioni, corredata da indagini geognostiche e il ridimensionamento del parcheggio sotterraneo, con l'esclusione dell'area del cortile della scuola.

I contrari reputano l'opera incapace di risolvere il problema del traffico nel centro perchè dei 420 posti previsti, il 70 per cento dovrebbe essere pertinenziale e il 30 per cento a rotazione, inoltre i posti possono essere acquistati anche dai commercianti. I favorevoli, invece, pensano che sia un'opera necessaria e per alleggerire il traffico. Alcuni cittadini pro-parcheggio hanno dato vita persino ad un blog , intitolato "Pro Pup Roma", che difende il progetto e giudica strumentali le proteste contro l'opera di via Giulia.

Il delegato del sindaco Gasperini dopo l'incontro di venerdì si è detto molto fiducioso, dal momento che non ci sono state obiezioni e le uniche eccezioni sollevate sarebbero di natura tecnica e di natura idrogeologica. Per sgomberare il campo da queste perplessità si è deciso di istituire una Commissione di vigilanza specifica sui lavori del parcheggio e, il tavolo permanente, fin dalla prossima riunione, diventerà un laboratorio di proposte. Non ci sono ancora un progetti definitivi, ha precisato il delegato del sindaco, si deciderà tutto in comune nei prossimi mesi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento