CentroToday

Fori pedonali, parte la fase due: chiusura fino a piazza Venezia e un'ora in più di Ztl

Chiusura al traffico privato da Largo Corrado Ricci a piazza Venezia, chiusura a taxi e ncc da Largo Corrado Ricci a piazza del Colosseo e interi weekend di pedonalizzazione integrale. I dettagli illustrati in conferenza stampa

A quasi un anno dal taglio del nastro si passa alla fase due. La pedonalizzazione dei Fori Imperiali, fiore all'occhiello del programma di Marino, fa un passo in avanti e si arricchisce di ulteriori disposizioni. Anche stavolta i romani le testeranno in via sperimentale per la stagione estiva. 

A illustrare le nuove misure il primo cittadino, l'assessore alla Mobilità, Guido Improta, e quello al Commercio, Marta Leonori. "Oggi abbiamo lanciato un nuovo step verso la pedonalizzazione totale dei Fori Imperiali e dell'area archeologica centrale - ha commentato Marino- questo è un nuovo tassello della città che vogliamo, dove il centro storico è protetto dal grande numero di veicoli a motore e dall'eccessiva concentrazione delle polveri sottili. È un problema ambientale e sanitario ma anche di tutela del nostro patrimonio archeologico".

NUOVE DISPOSIZIONI - Il 31 luglio 2013 si inaugurava la chiusura al traffico privato del tratto compreso tra Largo Corrado Ricci e piazza del Colosseo. Off limits per auto e moto ma non per bus, taxi e ncc. Si riparte da lì, con l'ulteriore restringimento dell'accesso. Dal 28 giugno al 31 agosto infatti potranno passare soltanto i bus Atac, sempre a velocità non superiore ai 30 km/h, e gli utenti in bicicletta. 

Si prosegue poi con la chiusura al traffico privato h24 anche del tratto compreso tra piazza Venezia e Largo Corrado Ricci, escluso dal progetto nella prima fase. E non finisce qui. Nei due mesi estivi di prova, in aggiunta alla tradizionale pedonalizzazione domenicale e festiva, nelle sole giornate di sabato, si avvia la sperimentazione della pedonalizzazione integrale, dalle ore 9 alle 19, dell'intero asse storico di via dei Fori Imperiali. 

L'ampliamento delle zone pedonali riguarderà anche due nuove aree a ridosso dei Fori: via di San Giovanni in Laterano, da piazza del Colosseo a via Ostilia e piazza del Foro Traiano. 

VIABILITA, MOBILITA' E ZTL - La circolazione privata subirà ovviamente alcune deviazioni. I veicoli privati provenienti da via del Teatro Marcello e diretti verso Termini o l'Esquilino saranno indirizzati su via IV novembre. Un'alternativa, per chi e' diretto a San Giovanni da piazza Venezia, sarà il passaggio su via del Teatro di Marcello e quindi verso il Circo Massimo. 

Infine l'ultimo tratto di via Cavour prima di largo Corrado Ricci sarà dotato di un percorso di inversione di marcia. Quindi, ha ricordato lo stesso Marino, "sarà consentita, come unica eccezione, il passaggio nella parte della strada da largo Corrado Ricci al Colosseo ai soli ncc con a bordo una persona diversamente abile".

La nuova fase della sperimentazione di via dei Fori Imperiali prevede poi l'estensione dell'orario della ztl del Centro storico fino alle 19. 

VERSO LA CHIUSURA TOTALE - Un test sì, ma che già mette in chiaro gli intenti dell'amministrazione. Andare avanti verso la pedonalizzazione integrale. 

"Difficilmente faremo passi indietro- ha chiarito Improta- la sperimentazione si riferisce alla durata non alla direzione delle decisioni. Il progetto di pedonalizzazione è un work in progress che passa anche attraverso la sensibilizzazione dei cittadini. Su questo tema il nostro compito è quello di creare le migliori condizioni di vivibilità e mobilità e di far riscoprire ai romani un'area che non può continuare a essere una zona di attraversamento per pochi". 

Di vitale importanza la continuità del progetto anche per il presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi. "E' fondamentale che i cittadini capiscano che arriveremo in fondo - spiega il minisindaco - e che i disagi iniziali dovuti ai cambi di viabilità verranno ampiamente ricompensati con una diversa fruizione dell'intera area archeologica". E il traguardo finale? A quando?

"Spero in una pedonalizzazione integrale di via dei Fori Imperiali prima della fine della consiliatura - spiega il sindaco - ma il progetto deve essere assonante con tutto ciò che stiamo cercando di fare con i trasporti pubblici". "Per questo motivo -ha aggiunto- serve un finanziamento adeguato per il nostro tpl e questo e uno degli argomenti di cui ho parlato ieri con Palazzo Chigi".

LA COLONNA TRAIANA - Accanto a viabilità e mobilità procede in parallelo un percorso di valorizzazione dei monumenti presenti nella prestigiosa area archeologica. Sempre dal 28 giugno, allo spettacolo "Il Foro di Augusto 2000 anni dopo", si affiancherà l'esposizione fotografica del rilievo della Colonna Traiana, nel suo sviluppo lineare. 

Il pubblico, gratuitamente, avrà l'opportunità di "leggere" il monumento "srotolato" su un telo pvc fissato su una struttura in metallo a doppio spiovente, per una lunghezza di circa 80 metri per lato. Il supporto è posto al centro del percorso Piazza Foro di Traiano.

Il progetto, ideato dal dottor Francesco Zan dell'Università di Firenze, e realizzato in collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina per un costo complessivo di circa 43 mila euro, sarà esposto fino alla fine di settembre. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

Torna su
RomaToday è in caricamento