CentroToday

Marco Pannella e la sua terrazza fanno infuriare i suoi vicini

Un presunto caso di abuso edilizio sta travolgendo il leader radicale. I condomini di via della Panetteria hanno denunciato a Noiroma.it l'occupazione di una parte del tetto comune

Possibili guai per Marco Pannella. Stando a quando riporta il sito web Noiroma.it in una serie di articoli a firma di Luca La Mantia, il leader radicale sarebbe responsabile di un presunto abuso edilizio. Contro il leader radicale si sono mossi alcuni inquilini di  via della Panetteria, strada a due passi da Fontana di Trevi, dove Pannella ha da diversi anni affittato un lussuoso appartamento.

Scrive Noiroma.it: “Secondo quanto denunciano gli altri condomini Pannella avrebbe occupato una parte del tetto comune per un uso esclusivo, oltre ad aver creato dei lucernari comunicanti sulle scale condominiali e aver costruito un prendisole sul terrazzo, lavori che per i suoi vicini sono del tutto irregolari. Dai malumori al tribunale il passo è stato breve. I vicini interessati si sono affrettati a denunciare le presunte irregolarità edilizie al tribunale civile e a presentare un esposto, documentato da una serie di foto, al I municipio chiedendo l’adozione di provvedimenti opportuni”.

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Commissione trasparenza del I municipio, Fabrizio Sequi. “Siamo pronti ad intraprendere ogni attività a tutela della trasparenza e della legalità” ha spiegato, “non escludo la convocazione di un’apposita commissione per verificare l’opportunità di aprire un procedimento di accertamento del presunto abuso, seguito da un sopralluogo ed eventuali sanzioni amministrative”. “Di sicuro”, fa notare Sequi, “se i fatti dovessero dare ragione ai condomini, Pannella non potrebbe più vantarsi d’essere il paladino della legalità”.

“La piaga dell’abusivismo edilizio deturpa la città, ma è soprattutto il centro storico di Roma, vero e proprio salotto del mondo, a soffrirne in modo particolare. I controlli devono essere intensificati e non è possibile abbassare la guardia”, afferma in una nota Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Roma in merito alla vicenda Pannella.

“E’ sconcertante che proprio Marco Pannella, sempre pronto a sbandierare irregolarità compiute da altri, risulti coinvolto in un presunto abuso in una delle zone più preziose della città” - aggiunge Santori. “Abbiamo inviato una nota al Comandante del I Gruppo della Polizia Municipale per avere chiarimenti in merito ai mancati controlli, secondo quanto riportato da un organo di stampa, nell’appartamento al centro della vicenda, e per sollecitare maggior impegno ed attenzione contro gli abusi edilizi, in particolare nei quartieri centrali ad alto valore storico ed artistico” - prosegue Santori, che non dimentica di sottolineare “come l’abuso edilizio si trasformi anche in evasione fiscale e come variare le strutture degli edifici possa contribuire a minarne la sicurezza. E’ necessario, dunque,  che oltre ad individuare gli abusi e a punire i colpevoli, si proceda in tempi brevi all’abbattimento delle strutture illegali”, conclude il presidente della Commissione Sicurezza.

Oggi Noiroma.it è tornata sul caso riportando la denuncia dei legali dei condomini, gli avvocati dello studio Biagetti, secondo i quali “gli estremi per l'abuso edilizio ci sono tutti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento