CentroToday

Tutti nudi per il quorum: di corsa senza vestiti fino a Montecitorio

Da via di Sant'Ambrogio al Campidoglio di corsa e nudi per abbattere il muro mediatico sui referendum. Appuntamenti anche a piazza Navona e San Lorenzo in Lucina

AGGIORNAMENTO ORE 16.00 - La polizia ha circondato le strade intorno al Rialto in via Sant'Ambrogio spiegando agli organizzatori della manifestazione che non gli avrebbero permesso di uscire nudi in strada. Al momento gli organizzatori e i manifestanti sono “bloccati” all'interno del palazzo al civico 4, dove ha sede il forum ambientalista che appoggia il comitato per l'acqua pubblica e che sta “ospitando” i membri del flash mob. Uno degli organizzatori ha dichiarato: “E' un metodo fascista, non ci faremo intimidire, non abbiamo intenzione di rinunciare alla protesta, ci stiamo solo riorganizzando, sceglieremo un'altra modalità e un altro percorso senza comunicarlo”

ORE 16.45 - Il presidente del Forum ambientalista dichiara: "La manifestazione voleva essere pacifica. Dei ragazzi che si spogliano non possono che essere pacifici e sono solo da ammirare per il coraggio."

ORE 16.50 Il flash mob è definitivamente sospeso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



LA MANIFESTAZIONE Il Miglio nudo: un titolo emblematico alla corsa di oggi che, nata da facebook, è stata pensata per sensibilizzare sul referendum del 12  e 13 giugno e “abbattere il silenzio mediatico”.
Il programma è quello di partire dal Rialto in via di Sant'Ambrogio per arrivare fino a Montecitorio e rimanere lì in presidio. Per chi non se la sente di stare nudi, però, si può indossare il costume. Le loro armi? Come scrivono nella loro pagina Facebook sono “i nostri corpi e i nostri sorrisi.”
Quindi, l'invettiva al Governo: “Il governo ha paura del voto popolare sui referendum. Hanno imposto a tv e giornali di boicottare apertamente gli spot referendari, sperano che grazie alla DIS-informazione gli italiani non sappiano che si vota su tre temi importantissimi: Nucleare, privatizzazione dell'acqua e legittimo impedimento. Noi possiamo sconfiggere questo silenzio forzato grazie ad un gesto eclatante. Corriamo nudi alla meta e una risata li seppellirà!”

Questa però non è l'unica manifestazione che movimenterà la capitale in vista del referendum: flash mob e sit in sono previsti anche a piazza Navona e San Lorenzo in Lucina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento