CentroToday

Nudi, ma solo per un metro: la polizia dice no al flash mob

Il flash mob non si è più realizzato perché non è stato permesso a nessuno dei partecipanti di uscire in strada nudo. Tanta la delusione degli organizzatori che promettono di riprovare

dscn0493Una corsa lunga da via di Sant'Ambrogio al Campidoglio, tutti nudi e inneggianti ai referendum del 12 e 13 giugno prossimi: questo doveva essere, almeno nelle intenzioni, “Il Miglio Nudo” il flash mob previsto per oggi pomeriggio e che non si è mai realizzato per l'intervento della polizia.

Tanta la delusione degli organizzatori e i partecipanti che, armati dei loro corpi o dei corpi in costume per i meno coraggiosi, si sono radunati in via Sant'Ambrogio 4, nella sede del Forum Ambientalista, per dare vita alla loro manifestazione senza veli. I manifestanti, infatti, non sono neanche riusciti a uscire dall'edificio perché, alcuni agenti della polizia, gli hanno spiegato che non sarebbero potuti uscire liberamente nudi per la strada.

Sono più o meno le 16 del pomeriggio e, il flash mob nato sul web sembra già destinato a rimanere virtuale: si attende, in molti si lamentano, gli organizzatori si riuniscono e i curiosi aspettano di vedere cosa accadrà. Non ci sono tensioni con le forze dell'ordine, ma la delusione e la rabbia aumentano e arrivano le prime dichiarazioni degli organizzatori.

Il ragazzo che ha dato vita all'organizzazione su Facebook, culla dell'evento, dichiara: “E' un metodo fascista, non ci faremo intimidire, non abbiamo intenzione di rinunciare alla protesta, ci stiamo solo riorganizzando, sceglieremo un'altra modalità e un altro percorso senza comunicarlo.”
Gli fa eco il presidente del Forum ambientalista che commenta: "La manifestazione voleva essere pacifica. Dei ragazzi che si spogliano non possono che essere pacifici e sono solo da ammirare per il coraggio."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Passano i minuti e non si viene a capo di una soluzione, nonostante i tentativi di riorganizzarsi il flash mob viene sospeso e rimandato a una nuova data da decide ancora e da non comunicare alle autorità; almeno secondo le prime dichiarazioni a caldo degli organizzatori.
Però un piccolo momento di nudismo in realtà c'è stato: a regalarlo alla folla e al parlar mediatico sui referendum è una donna che, fin troppo esasperata dal divieto di spogliarsi, al grido di: “Chi se ne frega della polizia, io corro nuda per l'acqua” si è posizionata sul bordo della fontana delle Tartarughe di piazza Mattei regalando al pubblico la visione di lei in topless e mutande.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento