CentroToday

Commercianti del Ghetto contro l'assenza di regole

I rappresentanti dell'associazione Commercianti del ghetto hanno scritto agli amministratori per chiedere regole più severe e controlli serrati per garantire la tutela dell'ordine e del decoro urbano

"Con l'arrivo della bella stagione nel cuore di Roma, dove ci sono le piazze più antiche della città, nella zona che va da via Portico d'Ottavia fino a via S.Maria del Pianto è diventata la terra di nessuno". E' quanto denunciano i rappresentanti dell'associazione commercianti del ghetto.

I commercianti dicono: "basta con le ordinanze e le normative se poi non vengono rispettate. Qui ognuno fa quello che vuole e noi che paghiamo regolarmente la tassa di occupazione siamo penalizzati dai soliti furbetti. Ci sono esercizi commerciali privi di autorizzazione di suolo pubblico che hanno più di decine di tavoli all'aperto, che imbrattano il decoro urbano della città. Chiediamo al presidente del municipio Orlando Corsetti delle risposte tempestive, e anche all'assessore al commercio Davide Bordoni e al delegato del sindaco al centro storico Dino Gasperini. Ma questa non era la città del rispetto delle regole? - si chiedono gli esercizi commerciali - oppure i più furbi hanno sempre la meglio? Basterebbe far applicare le regole".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento