homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Centro Today

Topi, l'emergenza continua: "A Castel Sant'Angelo saltano da un tombino all'altro"

A denunciare la fitta presenza di roditori in via del Banco di Santo Spirito e strade limitrofe sono prima di tutto i negozianti: "Uno schifo, ma non avevano fatto una bonifica?"

Un esercito di roditori che avanza nell'ansa barocca. Eppure, un mese fa, il commissario Tronca ordinava operazioni di bonifica straordinarie nel centro storico. I topi resistono e continuano a invadere le strade, tra cassonetti stracolmi di sacchetti, e immondizia di bar e trattorie sui marciapiedi ad aspettare, forse tempi troppo lunghi, che passi l'Ama. 

Via del Banco di Santo Spirito, ora pedonale, via dei Banchi Vecchi, via di Panico, via Borgo Santo Spirito, i giardini di Castel Sant'Angelo. L'emergenza topi è tutt'altro che migliorata, nonostante tavoli tecnici ai ministeri, task force create ad hoc dal Commissario, fondi sottratti ai municipi e gestiti a livello centrale, residenti e commercianti continuano a lamentarsi e a segnalare avvistamenti. 

"Ne vediamo continuamente attraversare la strada, è uno schifo". E' un coro quello proveniente dai titolari dei negozi sulla via, da Largo Tassoni fino al lungotevere. C'è Lucia, l'anziana proprietaria dello storico negozio di casalinghi, e poi i dipendenti del bar all'angolo, la trattoria, il macellaio. "Saltano da un tombino all'altro". 

"Eravamo in sopralluogo sulla via e abbiamo assistito a uno spettacolo indecente" ha confermato il consigliere d'opposizione del I municipio, Luca Aubert, sul posto per controllare i lavori effettuati sulla pavimentazione dal Dipartimento Lavori Pubblici del Comune con la Commissione Urbanistica. 

"Per quale ragione non sono state messe delle retine apposta per evitare questa sorta di staffetta di topi enormi da una caditoia all'altra? E' una dimenticanza o non erano previste nel progetto? Chiederò che vengano installate". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Basta tutto questo pessimismo! Gurdiamo le cose da un altro punto di vista, i topi potrebbero essere una risorsa, per esempio organizzando dei safari di caccia al topo per turisti, andrebbero a ruba e attrarrebbero nuovi turisti da tutto il mondo!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Travolge scooter con l'auto e scappa a piedi: morti due fidanzati a Santa Severa

  • Cronaca

    Incendio all'Esquilino, fiamme all'ultimo piano di un palazzo: strada chiusa

  • Cronaca

    Atac, via all'orario estivo: "Da oggi il trasporto si adegua alle presenze in città"

  • Politica

    Giunta Raggi, Laura Baldassarre sarà assessore alle Politiche sociali

I più letti della settimana

  • TeverEstate addio, niente gazebo sul fiume: "Perso un milione di euro"

  • Donna nuda fa il bagno alla fontanella di largo di Torre Argentina

  • Allarme bomba alla chiesa di San Marcello al Corso: artificieri sul posto

  • Via del Tritone: forniva pasti a venditori ambulanti, fermato 'vivandiere'

  • Turisti vicino i monumenti nel mirino dei borseggiatori: 24 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento