CentroToday

Occupazione Esquilino, corrente allacciata dall'elemosiniere del Papa: esposto contro ignoti di Acea

L'esposto è stato presentato alle forze dell'ordine. Si configura il reato di furto di energia

Foto Facebook Spin Time Labs

Dopo ore di polemiche politiche, per l’allaccio del contatore che fornisce energia elettrica al palazzo occupato di via di Santa Croce in Gerusalemme 55 è arrivato l’esposto contro ingnoti alle forze dell’ordine. Un atto definito come “dovuto”, quello avanzato questa mattina da Areti, la società di Acea che gestisce la rete di distribuzione della corrente nella Capitale, in quanto la fornitura non è autorizzata e l’averlo riattivato potrebbe configurare il reato di furto di energia. 

Il gesto del cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere di Papa Francesco, finirà così nelle prossime ore in Procura. È stato proprio lui che nella tarda serata di sabato sera, dopo quasi sei giorni senza corrente, è sceso nella cabina elettrica e ha ridato la luce agli ex uffici Inpdap, che dal 2013 sono diventati una casa per 150 famiglie, tra cui un centinaio di bambini. Areti l’aveva staccata lunedì, dando seguito alla richiesta della società Hera Comm. Sullo stabile, di proprietà di InvestiRe srg, ramo immobiliare del Gruppo Banca Finnat, pendono bollette non pagate per oltre 300 mila euro. Il vicesindaco Luca Bergamo e la presidente del I municipio, Sabrina Alfonsi, hanno seguito la situazione del palazzo rimasto al buio fin dal primo momento ma senza arrivare a una soluzione.

Così ci ha pensato il cardinale Konrad Krajewski. “Un gesto umanitario”, ha fatto sapere. Perché da lunedì il palazzo era senza corrente, senza quindi la possibilità di accendere la luce al calar del sole o anche di attaccare frigoriferi ed elettrodomestici. Non solo. I residenti rischiavano di restare anche senz’acqua, dal momento che nello stabile è collegata alle fogne una pompa che funziona ad elettricità. Dura la polemica del ministro dell'Interno e vicepremier, Matteo Salvini: "Sostenere l'illegalità non è mai un buon segnale", ha detto. "Ma allora tutti gli italiani che pagano bollette, mutui, stanno in case popolari sono fessi?". 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • "Aperti per ferie", l'estate del Mercato Contadino Castelli Romani

I più letti della settimana

  • La figlia non risponde al telefono da due giorni, chiamano i carabinieri e la trovano morta

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Autobus in fiamme a piazza Cantù. I testimoni "Abbiamo sentito due esplosioni"

Torna su
RomaToday è in caricamento