CentroToday

"Brucio il locale, poi ammazzo te e la tua famiglia": minaccia titolare di un bar

L'uomo, da due giorni era alle calcagna della sua vittima, presentandosi assiduamente nel locale per costringerlo a dargli dei soldi.

"Se non mi dai i soldi brucio il locale, poi ammazzo te e la tua famiglia". Queste le minacce che un romeno di 46 anni, nella Capitale senza fissa dimora, indirizzava verso un uomo del Bangladesh di 33 anni, gestore di un bar di via Giolitti.

A mettere fine agli atti persecutori, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante che hanno arrestato l'aggressore. Il 46enne romeno, da due giorni era alle calcagna della sua vittima, presentandosi assiduamente nel locale, minacciando di morte lui e la sua famiglia, per costringerlo a dargli dei soldi.

Il titolare del bar ha trovato il coraggio di denunciare ai Carabinieri che si sono fatti trovare pronti ad intervenire nel corso dell'ennesima  visita al locale del cittadino romeno. L'uomo è stato arrestato con l'accusa di atti persecutori ed è stato rinchiuso nel carcere di Regina Coeli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento