CentroToday

Esquilino tradito: "I fondi per piazza Vittorio non ci sono più"

Fratelli d'Italia: "Il progetto di riqualificazione del cuore del rione è stato definanziato". Al via campagna per chiedere il ripristino dei fondi. La replica dal Simu: "I soldi sono stati spostati al bilancio 2016"

Un tradimento passato in sordina. Su piazza Vittorio e il restyling promesso entro l'avvio del Giubileo è calato il silenzio. Ma dal Simu (dipartimento Lavori Pubblici) hanno confermato: i cantieri non partono perché il progetto è stato definanziato. A denunciare i fatti gli esponenti, comunali e municipali di Fratelli d'Italia, che in una conferenza stampa in Campidoglio lanciano l'attacco - "il sindaco Marino è colpevole di aver i lavori previsti nel piano di riqualificazione di piazza Vittorio" - e la petizione. "Raccoglieremo le firme nel quartiere per chiedere un immediato ripristino dei fondi". 

LA VICENDA - Una storia quella della piazza cuore del rione multietnico che parte da lontano, dall'ex amministrazione Alemanno. E' con l'allora sindaco di Roma che il progetto di riassetto è stato approvato e finanziato (delibera 37 del 14 giugno 2011). Due milioni di euro di fondi statali per Roma Capitale e un piano di restyling pronto per partire dopo un percorso partecipato con i comitati del quartiere. Ma il piano non piaceva proprio a tutti. La sinistra all'opposizione fece muro, insieme al Comitato Piazza Vittorio Partecipata (CPVP), con tanto di raccolta firme per chiedere lo stop.

Con l'insediamento di Marino si riparte da zero, o quasi. Restano i fondi stanziati dal governo precedente rimodulati a 1 milione e 100 mila euro. Il progetto cambia nella sostanza, e viene siglato un patto d'intesa tra Roma Capitale, CittadinanzAttiva Lazio Onlus e Comitato Piazza Vittorio Partecipato (CPVP). Cinque stadi, dalla partecipazione all'avvio dei cantieri, che dovevano concludersi a Febbraio 2015 con la partenza dei lavori. Non solo non sono partiti quando promesso, ma ora non ci sono più nemmeno i fondi. 

"Abbiamo davanti una banda di politici incapaci che devono essere allontanati al più presto dal Campidoglio - ha commentato l'allora assessore ai Lavori Pubblici, Fabrizio Ghera - anche chi è di sinistra si è accorto di questo". "Lanceremo la petizione popolare Esquilino Tradito per chiedere il rifinanziamento del progetto" ha poi annunciato il capogruppo Fdi in I municipio, Stefano Tozzi. "La conferenza di oggi è solo l'inizio di una mobilitazione che andrà avanti fino a quando non avremo ottenuto l'obiettivo". 

LA REPLICA - Dal dipartimento Simu però arrivano precisazioni. A detta degli uffici non si tratterebbe propriamente di un "definanziamento", perché i soldi non sono stati spostati su un'altra opera, sono ancora destinati a piazza Vittorio, semplicemente sono diventati inutilizzabili dal momento che sono stati eliminati dall'assestamento di bilancio 2015. La responsabilità sarebbe della Ragioneria, che ha rastrellato tutte le somme non ancora impegnate in gare d'appalto. Piazza Vittorio non è partita per un pelo. E ora i fondi saranno disponibili, ben che vada, nel 2016. In tutto questo il municipio non è stato informato. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente via Tuscolana: perde controllo della moto e finisce contro un palo, morto 42enne

Torna su
RomaToday è in caricamento