CentroToday

Centro: 162 "Tommy" per garantire posto auto a persone con disabilità

Dopo una prima fase di sperimentazione, pronti i primi 154 nuovi modelli

Si chiama “Tommy”, il nuovo progetto del I Municipio ideato a sostegno dei diritti delle persone con disabilità realizzato in collaborazione con ACI infomobility e Agenzia per la Mobilità, partito lo scorso anno, è cresciuto nei numeri arrivando a 162 postazioni che soddisfano, ad oggi, tutte le richieste arrivate.

“Tommy” è una piastra lunga circa 30 cm di lato dal funzionamento semplice e economico. Si installa a terra nello spazio sosta riservato, all’interno possiede un sensore che verifica l’occupazione dell’area da parte di un autoveicolo. Attiva, quindi, un segnale sonoro in presenza di veicoli non autorizzati che si interrompe quando il parcheggio viene liberato dal trasgressore o quando viene disattivato tramite il telecomando abilitato fornito in dotazione al titolare della concessione. 

“Dopo una prima fase di sperimentazione fatta lo scorso anno siamo riusciti a risolvere alcuni problemi tecnici e ora – hanno commentato Sabrina Alfonsi, presidente del Municipio I e Emiliano Monteverde, assessore alle politiche sociali - grazie al lavoro portato avanti anche durante le feste dagli installatori, siamo pronti con i primi 154 nuovi modelli già attivi e 8 che saranno attivati a gennaio per un totale di 162”.


Hanno aggiunto: “Questa iniziativa vuole sensibilizzare i cittadini al rispetto dei diritti delle persone disabili e più in generale si inserisce nella più ampia tematica del rispetto delle regole del vivere civile”. Hanno concluso: “Per questo abbiamo deciso di destinare, anche per il 2019, nuove risorse per acquistare altri nuovi 50 dispositivi. “Tommy” non è nato per punire ma per sensibilizzare gli automobilisti sull’osservanza delle regole del Codice della Strada, educando ciascuno di noi a rispettare i diritti degli altri perché la stigmatizzazione della violazione della regola risulta più efficace rispetto al rischio della semplice multa”.

progetto-tommy-2


 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Sono dell'idea che i fondi sarebbero meglio gestiti per comperare carri attrezzi che possano intervenire immediatamente con la rimozione! Questa città si può educare soltanto con un forte repressione. Se occupi strisce pedonali e posti e rampe disabili senza curartene, puoi soltanto essere PUNITO! Credo che la tolleranza di questi ultimi tempi ci abbia portato soltanto a senso di impunità e anarchia totale.

  • Bella iniziativa, peccato che sia solo per chi risiede in centro....chi come noi risiede in periferia quanto tempo ancora dovrà aspettare e nel frattempo rodersi il fegato quando, pur avendo un parcheggio con concessione cioè riservato, torna a a casa e lo trova occupato da non aventi diritto che si abbarbicano su ogni tipo di scusa cosa che mi fa ancora di più imbufalire?

Notizie di oggi

  • Politica

    Scale (im)mobili, Meleo: "Agiremo contro ditta di manutenzione". E ai commercianti: "Più bus, ma apertura Ztl è inutile"

  • Politica

    Scale (im)mobili, Atac scioglie il contratto con la ditta di manutenzione. Raggi: "Chi è responsabile deve pagare"

  • Politica

    "A Roma sarà vietata la plastica monouso. Toglieremo rifiuti al sistema criminale"

  • Ostia

    Roma Lido: Atac addio, sarà la linea E. Il piano per migliorare la tratta

I più letti della settimana

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Auto blocca il tram, servizio fermo mezz'ora: la proprietaria stava facendo una lampada

  • Tragedia a Colle del Sole: aggredito dal suo cane in strada, morto 43enne

  • In 30mila a Roma per la Marcia per il clima: sabato 23 marzo strade chiuse e bus deviati

  • Frascati, esplosione in una villetta: morti padre e figlio, ferita la moglie

  • Ostia: trappola a luci rosse, coppia condannata a 24 anni dopo omicidio

Torna su
RomaToday è in caricamento