CentroToday

Testaccio, da giorni un set a cielo aperto: traffico in tilt e residenti infuriati 

Divieti di posteggio e di transito in mezzo rione. Il municipio: "Servono nuove regole"

Cineprese, camera car, furgoni per camerini e regia. Da tre giorni Testaccio è un set a cielo aperto. Riprese cinematografiche hanno invaso le strade dello storico rione provocando più di un malumore tra gli abitanti, ormai avvezzi a "regalare" il suolo pubblico a registi, scenografi, attori.

I divieti di parcheggio e transito sulle strade interessate hanno reso quasi impraticabile mezzo quartiere, e i cittadini - la beffa oltre al danno -  non ricevono niente in cambio. 

Chi gira un film a Roma le tasse non le paga (come avviene invece per chiunque organizzi un evento all'aperto) in virtù della delibera 44 del 2004, che l'allora sindaco Walter Veltroni - molto attento al tema - confezionò per rilanciare l'immagine della Capitale. Chi gira scene di un film per il 90 per cento nella Città Eterna lo fa gratis. Nessun risarcimento alla città per il disturbo. 

"Ho controllato i permessi e ci sono, ma è uno scandalo che occupino 1200 mq e non paghino nulla - tuona l'ex consigliere municipale Yuri Trombetti, testaccino doc - scriviamo al Sindaco affinché si ritirino permessi assurdi" . Perché non solo uscire dal quartiere la mattina per andare a lavorare diventa un'impresa, ma il gioco non vale proprio la candela. Nel caso specifico sono almeno tre giorni che le attrezzature per i ciak occupano via Bianchi, via Vespucci, piazza dell'Emporio, via Marmorata, lungotevere Testaccio, via Branca, via Zabaglia, via Galvani, via della Piramide Cestia. In totale sono 1120 metri quadrati di spazio. A zero euro per le casse comunali. 

Sulla questione il I municipio si batte da tempo per chiedere nuove regole. Di luglio scorso la delibera dei consiglieri Stefano Marin e Claudia Santoloce che invitava il Consiglio comunale a esprimersi in merito entro 30 giorni. Già trascorsi da un po' senza che nessuno si sia espresso. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento