CentroToday

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Da Fiorini a Verdone, 40 anni di Trastevere raccontati dal barbiere Giorgio Rinaldi

L’intervista a Giorgio Rinaldi nel suo negozio di Trastevere dove fa barba e capelli a clienti affezionati e turisti come fosse il primo giorno

 

Già entrare nel suo negozio di via San Francesco a Ripa, nel cuore di Trastevere, ti fa fare un salto nel passato. Lì dove il tempo si è fermato, tra le poltrone in pelle con 70 anni di rispettoso lavoro, gli attrezzi del mestiere, le foto della giovinezza.

Giorgio, nato e cresciuto a Trastevere e che alla splendida età di 79 anni si muove come una ragazzino, anche grazie ai continui allenamenti di ballo che fa insieme a sua moglie, racconta gli anni passati. Le vecchie amicizie come quella con Lando Fiorini, com’è cambiata Trastevere in tutti questi anni, la stima che ha per Alessandro Gassman e il ballerino Kledi Kadiu, suoi clienti affezionati da tempo.

E poi, ovviamente, un saluto speciale per Carlo Verdone: “Ciao Carlo - dice ridendo - guarda che hai combinato, me fai diventà famoso”. Giorgio si riferisce ai post che l’attore e regista romano gli dedica, spesso, sulla sua pagina ufficiale di Facebook in cui narra quella “sensazione di relax” e di tempi andati di una Roma che, forse, non c’è più.

Ed è davvero così. Basta passare un’ora nel negozio di Giorgio per trovare quella romanità autentica che piace, con i suoi clienti e amici di sempre. “Ho clienti a cui taglio i capelli da quando sono bambini - ricorda sorridendo Giorgio - Mi dicono di non andare in pensione, e ce la metto tutta eh”. Quella Roma che, se si cerca bene, ancora resiste.

Potrebbe Interessarti

  • Ultimo e la Poesia per Roma

  • Tor Bella Monaca, parla l'agente accoltellato: "Noi accerchiati nel quartiere. Devo la vita al mio collega"

  • VIDEO | Ecco il nuovo centro Amazon di Roma: oltre cento posti di lavoro nella Tiburtina Valley

  • VIDEO | Putin a Roma, la protesta degli ucraini della Capitale: "Assassino, giù le mani dal nostro paese"

Torna su
RomaToday è in caricamento