mercoledì, 30 luglio 24℃


Nuovo regolamento: artisti di strada protestano a Trastevere

I buskers romani riuniti a piazza Santa Maria in Trastevere per una manifestazione nazionale prendono il 'diablo al volo' e denunciano le limitazioni derivanti dalla delibera 101 che ne frena orari, postazioni e luoghi. Coras: "Non esiste in tutta Europa"

Mauro Cifelli 20 maggio 2012

 Giocolieri, clown, saltimbanchi, burattinai e danzatrici. Gli artisti di strada si fanno vedere e sentire a Roma. Riuniti per una manifestazione nazionale in piazza Santa Maria in Trastevere, protestano contro "una delibera di Roma Capitale recentemente approvata che nei fatti proibisce il 90% degli spettacoli". Gli artisti che si sono radunati a Trastevere, tra un saltello e un'acrobazia spiegano le loro ragioni. "La delibera dell'assessore alla Cultura Gasperini, approvata il 12 aprile, limita fortemente l'arte di strada - afferma Costantino Pucci del Coordinamento Romano Artisti di Strada (CORAS)-, non esiste in tutta Europa un provvedimento più restrittivo: è proibito l'uso degli strumenti a fiato e a percussione, di qualunque tipo di amplificazione, sono ridotti drasticamente orari e spazi, con il rischio di multe da 500 a 1.500 euro e sequestro dell' attrezzatura". I manifestanti reggono dei cartelli dedicati alla ragazza rimasta uccisa ieri nell'attentato di Brindisi: "dedicato a Melissa", e "la paura non arresti la cultura". (Fonte Ansa)

NUOVO REGOLAMENTO - Artisti di strada che avevano già manifestato lo scorso inizio aprile in Aula Giulio Cesare il loro dissenso per il nuovo regolamento non riuscendo a scongiurare l'approvazione della delibera 101. Saltimbanchi e giocolieri che in base alle nuove disposizioni non potranno suonare strumenti che disturbano la quiete pubblica, con esibizioni saranno limitate a determinate postazioni (per un massimo di due ore e lontano da luoghi di culto, scuole o ospedali). Gli artisti avranno dei turni e per questo sarà previsto un sistema informatizzato che bisognerà usare per prenotarsi. Queste alcune delle nuove regole che andranno a incidere sulle esibizioni a cielo aperto. Per chi non le seguirà è previsto il sequestro dell'attrezzatura e una multa fino a mille euro.

Annuncio promozionale

artisti di strada
proteste

Commenti