CentroToday

Termini nella morsa dei controlli: un arresto ed otto denunce in poche ore

Il servizio straordinario attuato dai carabinieri nella zona della stazione ed in piazza dei Cinquecento

I controlli dei carabinieri nell'area di Termini

Nuovo giro di vite dei carabineri a Termini. Nel pomeriggio di martedì, i militari della Compagnia Roma Centro in collaborazione con i Carabinieri dell’VIII Reggimento Lazio hanno effettuato un servizio di controllo straordinario nelle aree adiacenti alla stazione ferroviaria e piazza dei Cinquecento, finalizzato a prevenire ed arginare situazioni di degrado, abusivismo e illegalità diffusa nonché ad identificare soggetti di interesse operativo e prevenire la commissione di reati in genere.

In questo contesto, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini hanno arrestato un uomo di 43 anni, con precedenti che a seguito di un controllo è risultato colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 2 ottobre dal Tribunale di Roma – V Sezione Penale – per furto aggravato. L’uomo è stato condotto in caserma, e una volta notificato il provvedimento, è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

Due cittadini stranieri - un senegalese di 20 anni e un marocchino di 59 - senza fissa dimora, disoccupati e con precedenti, sono stati sorpresi sulla banchina della metropolitana della fermata Termini, linea A, nel tentativo di derubare alcuni utenti, intenti a salire sui vagoni della metro.

Denunciati invece 3 cittadini stranieri – un cittadino dell’Iraq di 48 anni, un polacco di 40 e un senegalese di 37 – tutti disoccupati e con precedenti, due dei quali senza fissa dimora, per inosservanza del “D.A.C.U.R.”, precedentemente emessi e notificati nei loro confronti a seguito delle richieste propugnate dai Carabinieri dello Scalo Termini.

Denunciate invece 2 cittadine romene di 38 e 34 anni, senza fissa dimora e con precedenti, per l’inosservanza al foglio di via obbligatorio, con divieto ritorno nel comune di Roma, emesse nei loro confronti sempre su richiesta dei Carabinieri dello Scalo Termini. In fine una cittadina romena di 53 anni, è stata denunciata in stato di libertà, perché sorpresa dai militari a permanere all’interno della Stazione, mentre molestava e recava disturbo ai viaggiatori in transito, con richieste di elemosina o offrendo, con insistenza, la sua assistenza, nei pressi dei distributori automatici di biglietti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Altre 7 persone, sorprese nei pressi degli ingressi della Stazione Termini, sono state sanzionate per violazione del divieto di stazionamento, con contestuale ordine di allontanamento per 48 ore, pena la richiesta dell’emanazione del decreto divieto accesso del Questore (fino a 2 anni – cd. daspo urbano).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Prova a scavalcare ma rimane infilzato: muore per infezione in ospedale. I genitori denunciano i medici

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento