CentroToday

Quale futuro per l'ex cinema Apollo? Aspettando la bonifica dall'amianto al via l'iter partecipato

Si discute del progetto per la rinascita dell'Apollo: "Sia presidio culturale dedicato al settore dell'audiovisivo". Comitati riuniti in commissione

Immagine di una protesta fuori dal cinema Apollo

Cosa realizzare nei locali del cinema Apollo? Aspettando di completare la rimozione dell'amianto dalla struttura, si parla del futuro del palazzetto liberty nel cuore dell'Esquilino. I comitati di zona ne chiedono da tempo riqualificazione e riapertura. 

"Vorremmo che si trasformasse in un presidio culturale per lo più dedicato al settore dell'audiovisivo, per restare fedeli alla funzione originaria della struttura, con anche spazi dedicati ai più giovani" spiega a RomaToday Gennaro Berger, membro di Esquilino Vivo. Con lui anche i rappresentanti della storica associazione Apollo 11 e dei comitati Esquilino in comune, piazza Vittorio partecipata, Esquilino chiama Roma. 

Siamo ancora in una fase più che embrionale, una prima presa di contatto con gli amministratori in occasione di una seduta di commissione Cultura per discutere del tema. Un confronto preliminare per arrivare poi alla definizione di un progetto finale per il quale andranno poi trovati i fondi per i lavori. Intanto però si apre una concreta finestra di poter davvero tornare a far vivere lo spazio, ormai abbandonato da decenni. 

"Vorremmo che le linee guida per definire la nuova vita del Cinema Apollo scaturiscano da un percorso partecipato per accogliere suggerimenti e sollecitazioni dal maggior numero possibile di cittadini, come già sperimentato con il Cinema Aquila" ha commentato la presidente della commissione Cultura Eleonora Guadagno. "Obiettivo è avviare quanto prima la fase di progettazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo proseguono, seppur con ritardo rispetto all'iniziale tabella di marcia, i lavori per la rimozione dell'amianto - partiti a maggio 2019 - e la bonifica degli spazi. Dopo una prima fase di messa in sicurezza della facciata si è proceduto con la rimozione dei detriti dai locali, per poter realizzare il ponteggio che permetterà di procedere alla terza e ultima tranche di interventi: la rimozione dell'eternit dalla cupola che sovrasta l'ex cinema. "I lavori, complessi, su questo fronte sono in corso" ha spiegato Guadagno. E i cittadini incrociano le dita, che l'iter proceda spedito e non si blocchi nel mare di amministrazione e burocrazia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Miss Roma 2020: in 15 per l'ambita corona. Domenica la premiazione a Frascati

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento